Fattura elettronica

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Autorità di bacino, a decorrere dal 31 marzo 2015, potrà accettare SOLTANTO fatture in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato delle fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013.

Dal 31marzo 2015 al 30 giugno 2015 questa Autorità di bacino potrà ancora procedere al pagamento delle fatture cartacee purché emesse prima del 31 marzo 2015 anche se ricevute dopo tale data.

Dal 1° luglio 2015 non si potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014, al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA dovranno riportare:

  • Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010
  • Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche

Pertanto questa Autorità di bacino non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i codici CIG e CUP, ove previsto.

Il Codice Univoco Ufficio è una ulteriore informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI) di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario.

Il Codice Unico Ufficio dell’Autorità di bacino è il seguente: UFD82Z

Si invitano i Fornitori a consultare il sito www.fatturapa.gov.it nel quale sono disponibili ulteriori informazioni in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione della fattura elettronica.

Sul sito AgID www.agid.gov.it/amministrazione-digitale/fatturazione-elettronica sono inoltre fornite indicazioni "per il supporto per lo sviluppo di strumenti informatici "open source" per la fatturazione elettronica" (art. 4, c. 2, DM 55/2013).

In allegato l'avviso.

 

Split payment

Si ricorda che la legge di stabilità 2015 ha introdotto il meccanismo dello split payment, per le cessioni di beni/prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, stabilendo che le stesse sono tenute a versare l’IVA esposta in fattura direttamente all’Erario e non al fornitore (cedente/prestatore).

Il comunicato ministeriale del 9 gennaio 2015 ha chiarito che detto meccanismo opera con riguardo alle fatture emesse a decorrere dal 1° gennaio 2015.

Il Decreto attuativo (DM 23 gennaio 2015) precisa che i fornitori delle pubbliche amministrazioni emettono la fattura con l'annotazione "scissione dei pagamenti".

La circolare n. 1/E del 9.2.2015 dell’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti sull'adempimento.

Si raccomanda la puntuale osservanza delle norme sopra richiamate che si aggiungono a quelle già stabilite in ordine all'indicazione sulle fatture del CIG - CUP ove previsto e dei riferimenti all'impegno di spesa.

 

Visite: 710

Ultime notizie

BANDO POSTI D'ORMEGGIO 2025/2030

Pubblicate le GRADUATORIE DELLE DOMANDE


Si comunica che con determinazione n. 77 del 01/03/2024 è stato approvato il Bando per l'assegnazione dei posti d'ormeggio pubblici per gli anni 2025-2030.

Ai fini della formazione delle graduatoria si terrà conto di tutte le domande presentate dal 2 aprile al 15 maggio 2024.

La graduatoria verrà definita tramite sorteggio e non in base all'ordine di arrivo delle domande.

Le domande pervenute oltre il 15 maggio 2024 verranno inserite in apposite graduatorie e concorreranno all’assegnazione dei posti d’ormeggio eventualmente ancora disponibili o resi disponibili in base all’ordine del protocollo di ricevimento.

 

Guardia Costiera - Nucleo Unità Navali Lago Maggiore

Si informa che a decorrere dal mese di giugno 2023 il “Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera Lago Maggiore” con sede in Lesa (NO), opererà a carattere permanente mediante un’attività di coordinamento per la vigilanza ed il soccorso nelle acque interne del Lago Maggiore.

Ultimi avvisi

Contrassegni per la navigazione: rilasciati Libretti e Identificativi relativi alle domande presentate fino al 9 gennaio 2020 (n. 4657 compresa)

Contrassegni per la navigazione: rilasciati Libretti e Identificativi relativi alle nuove domande di iscrizione presentate fino al 23 gennaio 2024.

Si avvisa che sono stati rilasciati i Libretti di iscrizione e i Contrassegni identificativi relativi alle nuove domande di iscrizione presentate all'Autorità di bacino fino al 23 gennaio 2024.

Contrassegni identificativi per la navigazione: nuove Linee Guida in vigore dal 1 gennaio 2016

Contrassegni identificativi per la navigazione: nuove Linee Guida in vigore dal 1 gennaio 2016

Si informa che, con decorrenza 1 gennaio 2016, sono entrate in vigore le NUOVE Linee guida per l’iscrizione nell'Elenco Nautico e il rilascio dei Contrassegni identificativi per i natanti che navigano in acque italiane e svizzere del lago Maggiore (Verbano) e del lago di Lugano (Ceresio).

 

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna all'inizio del contenuto